Tag: narrativa

Sparire per essere raccontati: ‘Quello che non sono mi assomiglia’ di Gianluca Giraudo

Sparire per essere raccontati: ‘Quello che non sono mi assomiglia’ di Gianluca Giraudo

Con il suo romanzo d’esordio sembra proprio Gianluca Giraudo racconti la storia di una sparizione, un giallo. In realtà ‘Quello che non sono mi assomiglia’ va oltre e finisce per scoprire angoli remoti dell’animo di ognuno: le nostre paure, le nostre paranoie, i nostri problemi.

«Avrò diciotto anni da uomo»: ‘La madre di Eva’ di Silvia Ferreri

«Avrò diciotto anni da uomo»: ‘La madre di Eva’ di Silvia Ferreri

Per il suo primo romanzo (edito da Neo Edizioni), la giornalista e scrittrice Silvia Ferreri sceglie la forma della confessione e del ricordo per avvicinarsi a un argomento difficile: quello della transizione da un corpo femminile a uno maschile.

Quando chi non conosci ti fa da specchio: ‘Dal tuo terrazzo si vede casa mia’ di Elvis Malaj

Quando chi non conosci ti fa da specchio: ‘Dal tuo terrazzo si vede casa mia’ di Elvis Malaj

Il primo autore italiano di Racconti edizioni scrive di un mondo difficile che conosce bene e lo fa senza alcuno sconto per i propri personaggi. I racconti di Elvis Malaj vanno oltre la letteratura di migrazione: ci mostrano dei tipi umani. A prescindere dalla nazionalità.

Non sottovalutare mai il potere delle donne: ‘Ragazze elettriche’ di Naomi Alderman

Non sottovalutare mai il potere delle donne: ‘Ragazze elettriche’ di Naomi Alderman

Nottetempo porta in Italia Naomi Alderman e la sua distopia: una critica al potere, visto come assoluto, potente e prevalentemente maschile, nella forma del suo romanzo, ‘Ragazze elettriche’, ben accolto persino da Margaret Atwood.

Raccontare una generazione in un’amicizia: ‘Vita e morte delle aragoste’ di Nicola H. Cosentino

Raccontare una generazione in un’amicizia: ‘Vita e morte delle aragoste’ di Nicola H. Cosentino

In ‘Vita e morte delle aragoste’, il secondo romanzo di Nicola H. Cosentino appena pubblicato da Voland, si snodano gli anni giovanili di Vincenzo Teapot e del suo amico Antonio. Quello che ne esce è un racconto generazionale sulla precarietà dell’esistenza.

Questa città abbrutisce solo chi non la capisce: Cleopatra va in prigione di Claudia Durastanti

Questa città abbrutisce solo chi non la capisce: Cleopatra va in prigione di Claudia Durastanti

Dopo una pausa abbastanza lunga, torno sul blog per parlarvi di “Cleopatra va in prigione” di Claudia Durastanti (minimum fax​), in particolare della sua protagonista, Caterina, e di Roma che fa da sfondo al romanzo.