Cerca
SU
approfondimenti

Quando le belle storie si possono ascoltare: la mia esperienza con gli audiolibri

immagine di copertina audiolibri

Il bello della lettura è immaginare mondi, volti, voci. Oppure, perché no, mantenere la propria voce di lettore pagina dopo pagina e immedesimarsi totalmente nella storia. Con gli audiolibri, invece, c’è qualcuno che legge per te e riesce a riempire lo spazio di una stanza, finisce per tenerci compagnia in un lungo viaggio in macchina o quando siamo imbottigliati nel traffico, risuona nelle cuffiette quando dobbiamo destreggiarci tra tram e metro per raggiungere i luoghi di studio e di lavoro.

Libro e audiolibro, un incontro tra due diversi incanti – Stefano Benni

Per me gli audiolibri hanno rappresentato una svolta, eppure il nostro incontro è relativamente recente. È successo che, l’anno scorso, un po’ per curiosità, un po’ per compagnia, ho iniziato a trascorrere del tempo sul sito di Ad Alta Voce di Radio Tre. Così, a metà tra l’audiolibro e la trasmissione radiofonica, ho cominciato ad ascoltare queste storie mentre facevo altro. Ho recuperato Gli indifferenti di Moravia letto da Toni Servillo; ho trascorso più di un mese e mezzo in compagnia di tutte e sette le generazioni di Buendia con Cent’anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez nella vecchia traduzione di Enrico Cicogna e letto da Ermanna Montanari, Piero Baldini, Manuela Mandracchia, Marco Foschi, Chiara Guidi, Peppe Servillo, Valentina Carnelutti, Elio De Capitani. Neanche a dirlo, quello in Cent’anni di solitudine è stato un viaggio in cui temevo di perdermi, ma non è stato così. Tant’è che, quando ho finito di ascoltare tutte le parti, avrei voluto iniziarlo da capo… e non escluso che lo farò. In seguito ho recuperato Dracula di Bram Stoker letto da Tommaso Ragno e mi sono divertita ascoltando Valerio Aprea che legge Guida galattica per gli autostoppisti di Douglas Adams. Per me ormai Valerio Aprea è LA VOCE di Guida galattica e trovo diventi tutt’uno con la storia che racconta.

Da questo mio primo incontro con le storie raccontate ad alta voce, mi sono avvicinata all’oggetto audiolibro vero e proprio, grazie ad Emons Edizioni. Lo ammetto: se a leggere è Alba Rohrwacher, potrei stare ore ad ascoltare anche la lista della spesa. Mi è andata anche meglio, perché grazie alla sua lettura ad alta voce ho recuperato Jane Eyre di Charlotte Brontë, un classico che ho iniziato tante volte, ma non ero mai riuscita a portare a termine. Non solo: ho anche iniziato una saga familiare, io che con le saghe faccio sempre un po’ di fatica. Vi sto parlando de La famiglia Aubrey di Rebecca West letto da Anna Bonaiuto.

Sempre di casa Emons Audiolibri ho ascoltato Caro Michele di Natalia Ginzburg letto da Nanni Moretti, questa volta tramite l’app di Storytel. Per quanto riguarda l’app dedicate all’ascolto di audiolibri, c’è anche Audible, che però non ho ancora provato come si deve.

Curiosi di sapere qualcosa di più sugli audiolibri? Di seguito vi lascio qualche info in più su dove e come fruirne. Magari siete già ascoltatori esperti di storie ad alta voce, ma magari ancora no, quindi può far comodo.

Ad Alta Voce – Radio 3

La più grande biblioteca italiana di audiolibri. La potete trovare in diretta sulle frequenze di Radio 3, dal lunedì al venerdì alle 17:00, in replica di notte alle 1:30. Nel caso foste impossibilitati a seguire la diretta, è comodamente riascoltabile in streaming sul sito, dove trovate anche i podcast delle letture da scaricare. La vasta serie di libri sia italiani che stranieri è letta da attrici e attori bravissimi. Ad Alta Voce è un programma a cura di Anna Antonelli, Fabiana Carobolante con Lorenzo Pavolini e Chiara Valerio.

Emons Audiolibri

La Emons è una casa editrice italo-tedesca di libri e audiolibri che nasce a Roma nel 2007 e pubblica audiolibri di narrativa italiana e straniera, classici, saggi, noir, poesia, epica, fantasy e libri per bambini e ragazzi. Da subito si focalizza sulla narrativa contemporeanea, pubblicando come suoi primi quattro titoli audiolibri: Caos calmo scritto e letto da Sandro Veronesi, Testimone inconsapevole scritto e letto da Gianrico Carofiglio, Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren letto da Marina Massironi, L’Italia spensierata scritto e letto da Francesco Piccolo. Spesso sono gli stessi autori a dare voce ai loro libri. Disponibile anche l’app di Emons, senza costi di abbonamento.

Storytel

Fondata nel 2005, Storytel è stata la prima piattaforma a offrire un servizio streaming di audiolibri. Il servizio è al momento disponibile in Svezia, Emirati Arabi, Norvegia, Danimarca, Finlandia, Polonia, Olanda, Russia, Spagna, Italia e India. Offre un catalogo ricco di titoli, tra bestseller, classici e biografie, dispone di un periodo di prova di 14 giorni e il costo dell’abbonamento è di 9,99 euro al mese.

Audible

Di proprietà di Amazon da marzo 2008, Audible arriva in Italia nel 2016, proponendo un offerta del tipo tutto incluso: un abbonamento al costo mensile di 9,99 euro con accesso illimitato ai contenuti del mercato italiano. Anche in Italia, come in America, Audible comincia a produrre titoli originali. Il primo è la saga completa di Harry Potter letta da Francesco Pannofino.