Riscoprire le parole del cinema e la poesia di Cecco Angiolieri con l’editoria magnetica di Tic Edizioni

Questo articolo è stato precedentemente pubblicato su WordPress.

Oggi su un lunedì dei libri diverso: non pagine e inchiostro, ma parole magnetiche. Quelle di Tic Edizioni.
Pur non avendo una superficie su cui attaccarle a casa mia (esatto, ho uno di quei frigoriferi rivestiti in legno, i magneti cadono e io e la fisica non andiamo d’accordo) ho scoperto questo nuovo e interessante mondo editoriale. Poi se si parla di cinema e la letteratura, io sono già lì insomma!

Amarcord, le parole magnetiche del cinema è una bellissima scatoletta dall’aria felliniana che racchiude trentaquattro citazioni da altrettanti film: si pensi al Nanni Moretti di Ecce Bombo, Alberto Sordi nel Marchese del Grillo, il Signor Wolf di Pulp Fiction, Furio, personaggio di Carlo Verdone che adoro, in Rosso, bianco e Verdone e tanti, ma tanti altri. Il bello di queste parole è che possono essere mischiate creando risultati esilanti. Qui in foto trovate gli abbinamenti canonici, ma lascio a voi la fantasia!

20161106_151115

Ancora più carina la scatoletta di fiammiferi con dentro tutti i versi del sonetto S’ifosse foco di Cecco Angiolieri, non ho composto tutti i versi per questioni di spazio, ma testerò a breve la mia memoria, anche senza seguire il fogliettino allegato. I risultati saranno disastrosi, sicuramente ci sarà qualcuno più bravo di me! Fatemi sapere!

20161106_152448

Amarcord, le parole magnetiche del cinema e S’i’ fosse foco di Cecco Angiolieri nella forma dei magneti Tic Edizioni vi aspettano in libreria! 

 

Compra i magneti di Tic Edizioni su IBS.it

Leggo e scrivo di libri. Vado ai concerti. Lavoro coi social. Cerco cose belle. Consigli di lettura ogni lunedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.